venerdì 3 giugno 2016

Bordeaux: in Cina il marchio è protetto dall'idicazione IG

La denominazione dei vini di Bordeaux ottiene la copertura legale in Cina
Le autorità cinesi hanno deciso di proteggere lo status giuridico di circa 50 Bordeaux.

La Cina sembra essere sempre più attenta e disposta a riconoscere il concetto di indicazione geografica. 
Dopo il riconoscimento è arrivata questa settimana anche la protezione legale del marchio.

I funzionari dell’Amministrazione generale cinese per la supervisione della qualità, ispezione e quarantena (AQSIQ) avevano già concesso la loro approvazione per la protezione dei vini di Bordeaux con l’indicazione geografica (IG) e questa settimana a Pechino lo status è diventato ufficiale.

Bordeaux è la prima regione vinicola a ricevere il riconoscimento che si va ad aggiungere alle altre denominazioni, in tutto 50, tra cui anche le meno note come Bordeaux Haut Benauge e Graves de Vayres.

Attualmente a solo altri cinque vini e distillati internazionali è stata accordata la stessa protezione e sono  Cognac, Champagne, Napa Valley, Whisky Scozzese e Tequila.

Il Consiglio Interprofessionale dei vini di Bordeaux (CIVB) in una nota ha riferito che questo importante riconoscimento renderà più facile la lotta contro la contraffazione ed i falsi marchi, ma anche una garanzia per il consumatore cinese.

Per ottenere questo riconoscimento l’ente francese ha lavorato insieme alle autorità cinesi sin dal 2011. Alcune denominazioni, come St-Julien e Saint-Estèphe, sono stati registrati come marchi presso l'Ufficio Marchi dell'Amministrazione dello Stato per l'Industria e il Commercio (SAIC) e protetti sotto il diritto dei marchi cinesi.

Il presidente del CIVB Bernard Farges si ritiene ampiamente soddisfatto dell’impressionante lavoro svolto da AQSIQ, che ha esplorato ogni dettaglio di questo complesso argomento. La Francia e la Cina sono ora in pieno accordo sulla grande importanza del riconoscimento geografico.

La Cina rimane, per valore e volume delle esportazioni, il mercato più importante per i vini di Bordeaux, con oltre 63 milioni di bottiglie nel 2015, con un valore pari a € 277.000.000 - più di un quarto di tutte le esportazioni dalla regione.