venerdì 9 settembre 2016

Iter Vitis. Rosh Hashanah 5777

Con Iter Vitis si festeggia in Sicilia il Capodanno Ebraico 
Seminari, lezioni di cucina, vini kasher e tour tra Catania e Modica per il capodanno ebraico 2016-Rosh Hashanah 5777, il 1 e il 2 ottobre.


Due giorni per scoprire il patrimonio storico- culturale e immergersi nella tradizione rituale giudaica. Un interessante itinerario tra Catania e Modica, in occasione di una delle feste solenni del calendario religioso ebraico: Rosh Hashana, ossia il capo d'anno ebraico. 

Un fine settimana (sabato 1 e domenica 2 ottobre) alla scoperta dei siti ebraici della Sicilia, con seminari e degustazioni di piatti, vini kasher e cooking class di cucina giudaica. Sarà presente per Benny Ben Israel, chef israeliano che qualche anno fa partecipò a Master Chef Israele.

Rosh haShana (in ebraico:ראש השנה) ) è il capodanno religioso, uno dei tre previsti nel calendario rituale ebraico. Nella solenne cena che apre la festività, si consumano una varietà di cibi simbolici e rappresentativi di una ritualità millenaria: cibi dolci in segno del “dolce avvenire” e cibi che diano l'idea della prosperità, per augurarsi il buon anno.

Tra le pietanze è costume servire un piatto basato sulla testa dell'animale, per simboleggiare il capo dell'anno, nonchè una forma di pane tonda (challa) in segno della circolarità della vita e dell'anno.

L’iniziativa è organizzata tra gli altri in collaborazione con Iter Vitis (Itinerario Culturale Europeo sostenuto da Città del Vino) e Associazione europea del patrimonio ebraico.

Associazione Internazionale Iter Vitis

L’Associazione Internazionale Iter Vitis, promossa nell’ambito del Progetto di Cooperazione Internazionale VINTUR “Carta Europea dell’Enotourismo”, è stata costituita a Sambuca di Sicilia (AG) il 19 aprile 2007 con l’obiettivo principale di promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio europeo, materiale e immateriale, della cultura della vite e del vino, sviluppandone la conoscenza e la fruizione attraverso la realizzazione e gestione dell’Itinerario Culturale Europeo “Iter Vitis”.

Il 15 maggio 2009, sulla base di un dossier presentato da Iter Vitis,  il Consiglio d’Europa ha riconosciuto “Iter Vitis - Les Chemins de la Vigne” come 25° Itinerario Culturale Europeo e l’Associazione ha aderito al GEIE Culture Routes Europe.

L’Associazione ha, inoltre ottenuto dalla Direzione Beni Culturali l’inserimento dell’itinerario della vite nella Consulta degli Itinerari Culturali Italiani.