mercoledì 19 ottobre 2016

Al SIAL di Parigi le giovani aziende italiane

Ismea con i giovani al SIAL per esportare le eccellenze agroalimentari made in Italy 
Venti aziende under 40 che rappresentano buone prassi nell’export e nella valorizzazione del prodotto attraverso attività multifunzionali.

Sono i vincitori del Bando Mipaaf per la partecipazione alle fiere nazionali ed internazionali 2016, ai quali è stato riservato uno stand presso il SIAL. Dall’olio d’oliva al vino, dalle conserve ai prodotti di biocosmesi, dai liquori ai prodotti dietetici, il tutto prodotto in un’ottica di valorizzazione del territorio ai fini del commercio nazionale e internazionale. 

Queste le caratteristiche delle aziende giovani presenti al SIAL di Parigi (16-20 ottobre 2016) risultate fra le vincitrici del “Bando Mipaaf per la partecipazione alle fiere nazionali ed internazionali 2016”, e situate presso lo stand Ismea (Padiglione 1D - 094) per presentare i propri prodotti e farli degustare anche grazie alla formula degli show-cooking con lo chef Matteo Puccio.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del supporto fornito da Ismea al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali per l’attuazione dei programmi di "Promozione dell'imprenditorialità giovanile in agricoltura". La caratteristica innovativa del progetto risiede nella scelta, da parte di Ismea, di far precedere gli eventi fieristici da un pacchetto formativo dedicato agli agricoltori under40, con docenti specializzati in commercializzazione, digital marketing, vendita diretta ed export per le imprese. Altri 20 coetanei – vincitori del Bando – si sono divisi fra SANA di Bologna e Salone del gusto di Torino.

Le aziende – oltre che per la propensione all’export – si sono distinte per qualità e tipicità dei prodotti, tutela dell’ambiente e benessere animale, grado d’innovazione tecnologica, organizzazione commerciale e comunicativa.

Di seguito le 20 aziende giovani presenti al SIAL: le Cantine Losito di Giovanni Losito (vino); l’azienda agricola Mellis di Enrico Foti (liquori); la Fattoria Donna Tina di Salvatore Capalbi (olio d’oliva, latte e derivati); l’azienda agricola Masseria Mosti di Salvatore Di Rubbo (cereali e legumi); la società agricola Yesifood di Emanuele Zannini (prodotti dietetici); la società agricola Fierli SS di Nicola Fierli (carni salumi e olio); l’azienda agricola Vigneti Vallorani di Rocco Vallorani (vino); l’azienda agricola Mizzon di Perusi Nicola (vino); l’azienda agricola Nocciole d’Elite di Emanuele Canaparo (frutta secca); l’azienda agricola Coltivarti di Francesco Tricarico (olio d’oliva e prodotti di bio cosmesi); l’azienda agricola Mazzone di Francesco Mazzone (vino);  l’azienda agricola Altilia di Francesco Altilia (olio d’oliva); l’azienda agricola Dellorusso Francesca di Francesca Dellorusso (conserve e mandorle);  l’azienda agricola Nardelli Bernardino – Sapori di casa di Bernardino Nardelli (confetture e sottoli); l’azienda agricola El Puner di Nicola Deboni (carne); l’azienda agricola Cordella di Maddalena Cordella (vino);  l’azienda agricola Ivaldi Dario di Ivaldi Andrea (vino);  l’azienda agricola Tenuta il rintocco di Diego Terzoni (vino);  l’azienda agricola Montereggi di Fabrizio Stegagnini (olio d’oliva);  l’azienda agricola Vignamato di Andrea Ceci (vino e olio d’oliva).

Nel corso della manifestazione, sarà possibile seguire tutti gli aggiornamenti sulle iniziative dei partecipanti attraverso l’apposito hashtag #talentidacoltivare .