lunedì 7 novembre 2016

Maremmachevini. Prima edizione

Al via la rassegna dei vini della DOC Maremma Toscana
Degustazioni con assaggi di gastronomia locale, walk around tasting, workshop, masterclass. Grosseto 20-21 novembre 2016.

È ai blocchi di partenza Maremmachevini, la prima edizione dell’evento voluto dal Consorzio Tutela Vini Maremma Toscana, con il patrocinio del Comune di Grosseto e la collaborazione della Fondazione Grosseto Cultura, che si terrà domenica 20 e lunedì 21 novembre presso l’Ex Convento delle Clarisse in via Vinzaglio 27 a Grosseto e che vedrà protagonisti 32 produttori della zona.

Edoardo Donato, Presidente del Consorzio afferma entusiasta: “Sono orgoglioso di dare il via al primo appuntamento con Maremmachevini, un evento che vuole essere rappresentativo delle realtà vinicole della zona e ha l’obiettivo di coinvolgere non solo i professionisti di settore, i sommelier delle differenti Associazioni e la stampa, ma anche i wine lover avvicinandoli sempre di più ai nostri territori, incuriositi dalla varietà dei paesaggi che contraddistingue in maniera inequivocabile il nostro patrimonio enogastronomico”.

L’inaugurazione ufficiale, alla presenza del Presidente del Consorzio e delle autorità locali, avverrà alle ore 16.30 di domenica 20 novembre. A seguire, dalle ore 17.00 alle ore 20.30 i produttori faranno degustare una selezione dei loro migliori vini nel corso di un walk around tasting.

Inoltre, grazie alla collaborazione con AIS – Associazione italiana Sommelier di Grosseto, alle ore 18.00 si terrà il workshop di avvicinamento al vino e alle tecniche di degustazione dal titolo: Pillole diVino – Dialogare con il vino, le parole, le sensazioni, le emozioni, un linguaggio unico.

Gli incontri con i vini della DOC Maremma Toscana proseguiranno lunedì 21 novembre con tre appuntamenti: due Masterclass a tema guidate dal sommelier e professionista Nicola Nebbia e una degustazione a banco libera che chiuderà la rassegna.

Nella prima Masterclass, dalle ore 11.30 alle ore 13.00, si parlerà di vitigni autoctoni, mentre dalle ore 15.00 alle ore 16.30 saranno i vitigni internazionali i protagonisti della seconda Masterclass, che sapranno stupire il pubblico presente.

La giornata di lunedì si chiuderà con il walk around tasting dalle ore 17.00 alle ore 20.00 con le aziende presenti.

Per facilitare i percorsi di degustazione e fornire i contatti dei produttori partecipanti il Consorzio Tutela Vini Maremma Toscana realizzerà dei Tasting Book dedicati ai diversi momenti in programma. Inoltre, durante i walk around tasting alcuni partner gastronomici della regione faranno assaggiare salumi, formaggi e olio in aree dedicate.

L’entrata a Maremmachevini è libera durante i walk around tasting e prevede 5 euro per il ritiro del bicchiere personalizzato. Le due Masterclass del lunedì sono invece su prenotazione e riservate ai professionisti di settore e alla stampa.

Maremmachevini 
Convento delle Clarisse Grosseto, Via Vinzaglio 27

Programma
Domenica 20 novembre
Ore 16.30: Inaugurazione Maremmachevini
Ore 17.00 - 20.30: Walk Around Tasting con 32 aziende vinicole
Ore 18.00: Pillole diVino – Dialogare con il vino, le parole, le sensazioni, le emozioni, un linguaggio unico, in collaborazione con AIS Grosseto
Lunedì 21 novembre
Ore 11.30 – 13.00: Masterclass Gli autoctoni a cura di Nicola Nebbia
Ore 15.00 – 16.30: Masterclass I vitigni internazionali a cura di Nicola Nebbia
Ore 17.00 – 20.00: Walk Around Tasting con 32 aziende vinicole


Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana nasce nel 2014 dopo il conferimento della DOC con l’obiettivo di promuovere la qualità dei suoi vini e garantire il rispetto delle norme di produzione previste dal disciplinare, dedicandosi, inoltre, alla tutela del marchio e all’assistenza ai soci sulle normative che regolano il settore.Ad oggi il Consorzio conta 353 aziende associate, di cui 286 viticoltori (per la maggior parte conferenti uve a cantine cooperative), 1 imbottigliatore e 66 aziende “verticali” - che vinificano le proprie uve e imbottigliano i propri vini - per un totale di 4 milioni di bottiglie prodotte all’anno.