martedì 2 maggio 2017

Le Anime del Verdicchio. Un vitigno, le sue diverse espressioni

La regione Marche nella capitale per celebrare il suo storico vitigno. Presenti 25 aziende che daranno vita ad una grande degustazione in cui il verdicchio sarà il protagonista, con oltre 60 etichette.


Dopo il grande successo della prima edizione, giovedì 11 maggio torna di scena Le Anime del Verdicchio, un evento interamente dedicato a questo nobile vitigno marchigiano declinato nelle sue migliori espressioni territoriali.


L'evento, realizzato da Cucina&Vini, che ricordo è un periodico italiano dedicato al buon bere, alla buona cucina e agli amanti degli itinerari enogastronomici, in collaborazione con IMT - Istituto Marchigiano Tutela, ci permetterà di scoprire un vitigno dalle origini antichissime e indissolubilmente legato al territorio marchigiano.

Ne scopriremo le differenze fondamentali: più rotondo e morbido, in genere, quello di Jesi, più grintoso e dalla forte personalità quello di Matelica. Entrambi comunque di gran classe, tra i più grandi bianchi del nostro Paese e che attraverso l'eco della loro grande crescita qualitativa, sono oggi sempre più richiesti e apprezzati. Premiati dalle maggiori guide italiane, hanno oggi varcato i confini nazionali e proprio recentemente a confermarlo sono le 18 medaglie assegnate al Verdicchio da Decanter World Wine Awards 2016, il premio enologico della prestigiosa rivista britannica che quest’anno ha giudicato oltre 16mila vini provenienti da tutto il mondo. 

Così il Verdicchio oltre a confermarsi un vino eccellente, di grande complessità e carattere, fa anche da traino a tutto il territorio a riprova che, come ebbe a dire il direttore di IMT Alberto Mazzoni in occasione della premiazione di Decanter, il percorso intrapreso sulla valorizzazione delle singole denominazioni, espressione di una precisa identità territoriale, è la strada giusta da percorrere.

L’evento quest'anno cambia location e si svolgerà, come per Sparkle, altra manifestazione di grande successo e sempre firmata Cucina&Vini, nelle splendide sale dell’Hotel Westin Excelsior, coinvolgendo 25 aziende vinicole marchigiane che offriranno in degustazione oltre 60 etichette diverse di Verdicchio, nelle sue due tipologie.

“Per il secondo anno consecutivo una grande degustazione dedicata a questo famoso bianco italiano – spiega il direttore responsabile di Cucina&Vini Francesco D’Agostino, – che si distingue per un linguaggio estremamente riconoscibile, per livelli medi di qualità molto alti e per vette di straordinario valore e carattere che lo pongono nella ristretta cerchia dei grandi vini bianchi del mondo.”

Dunque, per gli amanti dei grandi bianchi italiani Le Anime del Verdicchio è senza dubbio un appuntamento da non perdere, per capire la nuova annata e per confrontarsi col mondo della tipologia Riserva, elite della produzione italiana in bianco.

Non mancheranno gli abbinamenti con il cibo declinato anche in questo caso in chiave “marchigiana” a base di salame di Fabriano grazie alla presenza del Consorzio del Salame di Fabriano; i grandi salumi di questa regione, con Sadifa Salumi che preparerà delle fantastiche schiacce farcite; immancabile il fritto ascolano, con le regine della frittura Le Olive! Preparate artigianalmente e fritte al momento dalla Botteghe dell'Oliva Ascolana.

Le Anime del Verdicchio
Dove: Westin Excelsior Hotel in Vittorio Veneto, 125
Quando: Giovedì 11 maggio
Orario: 16.30 - 22.30
Biglietto d'ingresso: € 10 include calice e sacca