mercoledì 7 marzo 2018

Agricoltura&Ricerca. Il CREA e la sfida della Biodiversità, al via il Biodiversity Barcamp Tour


Si chiama Biodiversity Barcamp, il laboratorio itinerante organizzato dal CREA, in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, insieme a diverse istituzioni (università, enti di ricerca, enti locali). Servirà a diffondere la cultura della biodiversità. Prima tappa in provincia di Salerno con l'evento “Risorse genetiche vegetali: opportunità per l’agricoltura, il miglioramento genetico, l’ambiente, la salute e l’economia”.


L’iniziativa nasce nell’ambito del XII°Convegno Nazionale sulla Biodiversità, che si terrà dal 13 al 15 giugno presso l’Università degli Studi di Teramo ed è finalizzata all’elaborazione di nuove idee e soluzioni, coinvolgendo proattivamente sia i portatori di interesse sia un pubblico ampio (esperti, studiosi, professionisti, imprenditori, giornalisti e divulgatori) e si articola in un vero e proprio tour di 5 eventi territoriali di avvicinamento monotematici, in diverse località del nostro Paese.

Si comincia l’8 marzo a Pontecagnano (SA) con l’evento “Risorse genetiche vegetali: opportunità per l’agricoltura, il miglioramento genetico, l’ambiente, la salute e l’economia”, promosso dal CREA Orticoltura e Florovivaismo in collaborazione con Regione Campania, ARCA 2010, Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Università degli Studi di Salerno, CNR, Società Italiana di Agronomia (SIA), Società Italiana di Ortoflorifrutticoltura (SOI), Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA), e realizzato anche grazie al supporto di Assosementi, CoopRama, Co.Vi.Mer, Meristema, Ortomad.

Lo scopo dell’evento è quello di  pianificare attraverso un’ampia discussione strategie efficaci e condivise per: l’integrazione degli interventi legislativi a livello nazionale e locale, nell’ambito del quadro europeo; la gestione coordinata ed efficiente delle azioni volte al reperimento, conservazione e distribuzione delle risorse genetiche, nel rispetto degli standard internazionali; l’accesso semplice e regolamentato delle risorse genetiche in agricoltura, nella ricerca scientifica, nel miglioramento genetico; l’implementazione delle nuove conoscenze scientifiche e tecnologiche. E’ prevista anche la partecipazione di ricercatori di Enti vari coinvolti in ricerche sulla Biodiversità agraria, agricoltori, membri di organizzazioni nazionali e internazionali (FAO, ECPGR, Rete Semi Rurali, AIAB, Slow Food).

“La Biodiversità rappresenta una tematica di valore ed attualità, per le molteplici ricadute sulla qualità della vita quotidiana e del benessere sociale – afferma il prof. Michele Pisante, Presidente del Comitato Scientifico e membro del cda CREA - Promuovere il costante approfondimento delle conoscenze basate sulle conquiste della ricerca e del progresso scientifico, anche nelle forme organizzative itineranti e innovative dei Biodiversity Barcamp, rappresenta uno degli aspetti inclusivi e qualificanti in preparazione del XII Convegno Nazionale della Biodiversità”.

Ecco gli  altri appuntamenti del Biodiversity Barcamp:

-          24 Aprile, Palermo, “Servizi eco-sistemici e pratica irrigua: economia e ecologia a confronto”,  realizzato dal CREA Politiche e Bioeconomia;

-          7 Maggio Nocera Umbra (PG), “Società, natura e biodiversità: strumenti per una tutela condivisa”,  promosso da Rete Rurale Nazionale, CREA Politiche e Bio-economia, MIPAAF;

-           15 maggio, Lodi, “Salvaguardia, conservazione e uso sostenibile delle  risorse genetiche animali e dei sistemi acquatici”, a cura di CREA Zootecnia e Acquacoltura;

-            21 maggio, Roma,  “La biodiversità, la varietà della dieta e la risposta dell’organismo: un approccio di sistema per tutelare la salute lungo l’intero arco della vita”, realizzato dal CREA Alimenti e Nutrizione in cooperazione con Neuromed .