martedì 3 aprile 2018

Vinitaly 2018. Dalla magia delle vecchie vigne al wine business al femminile in Asia: ecco il Vinitaly delle Donne del Vino

Domenica 15 aprile degustazione di vini da vigneti con oltre 80 anni guidata da Ian D’Agata. Lunedì 16 aprile tavola rotonda con importanti donne dall’Asia. Nel 2018 l’Associazione nazionale guidata da Donatella Cinelli Colombini festeggia i 30 anni.

Sarà una grande degustazione di vini da vigneti storici con oltre 80 anni di età ad aprire domenica 15 aprile il Vinitaly 2018 delle Donne del Vino. Un anno importante in cui l’associazione festeggia i suoi 30 anni di vita.  Tanti i messaggi che si lanceranno dal salone di Verona, dal 15 al 18 aprile: una tavola rotonda sull’importanza delle donne nei consumi di vino in Asia, la presentazione di una nuova guida al femminile, gli incontri con le altre associazioni di donne in agricoltura e infine, la grande cena di fine Vinitaly al Palazzo della Gran Guardia di Verona.

Il primo evento domenica 15 aprile alle 15 nella Sala Tulipano (piano – 1) è dedicato ai vini ottenuti da vigneti ottuagenari. «La magia delle vigne vecchie: Le Donne del Vino presentano vini da viti anche di ottant'anni» è una degustazione di straordinario interesse di 10 vini provenienti da sei regioni e guidata da uno dei massimi wine critics del mondo: Ian D’Agata, autore del pluripremiato volume Native Wine Grapes of Italy. I vini, provenienti da vigneti, in gran parte, ottuagenari o addirittura più vecchi, offrono una panoramica ampia della ricchezza e della biodiversità del patrimonio viticolo italiano.

«Fin ora, la logica del reimpianto – dice Ian D’Agata - ha privilegiato le maggiori quantità d’uva dei vigneti giovani a scapito della complessità e finezza, al timbro unico e distintivo trasmesso al vino dalle viti molto vecchie».  Una strategia su cui vale la pena riflettere e per questo le Donne del Vino hanno organizzato a Vinitaly una degustazione che diventerà una pietra miliare nella comprensione del potenziale qualitativo del vigneto italiano.

Un approccio visionario a cui la presidente delle Donne del Vino, Donatella Cinelli Colombini, ha voluto dare il significato di una riflessione sui vantaggi del restauro del vigneto storico italiano e sulla diffusione delle pratiche capaci di allungare la vita delle piante:  «Un approccio rivoluzionario – ricorda la presidente - rispetto alla pratica dei reimpianti frequenti applicata in modo massiccio negli ultimi 50 anni, pratica che presenta indubbi vantaggi produttivi ma priva i vini del timbro unico che ricevono da viti molto vecchie».

Nella realizzazione del programma di Vinitaly 2018, le Donne del Vino sono state affiancate dalla Vetreria Etrusca (www.vetreriaetrusca.it) che da oltre un anno, sostiene le iniziative dell’associazione e ne condivide i valori oltre a fornire eleganti bottiglie personalizzate alle cantine italiane.

Ecco chi sono le Donne del Vino e le loro cantine nella degustazione:

Annalisa Zorzettig (Cividale del Friuli, Friuli Venezia Giulia), Zorzettig, Malvasia Myò Vigneti di Spessa doc Friuli Colli Orientali 2016

Gilda Martusciello Guida (Quarto, Campania), Salvatore Martusciello, Ottouve Gragnano della Penisola Sorrentina doc 2017

Elisabetta Donati (Mezzacorona, Trentino Alto Adige), Azienda Marco Donati, Teroldego Rotaliano doc Sangue di Drago 2015

Eliana Maffone (Pieve di Teco, Liguria), Tenuta Maffone, Ormeasco di Pornassio Superiore doc 2015

Gaetana Jacono (Acate, Sicilia), Valle Dell'Acate, Cerasuolo di Vittoria docg "Classico" 2014

Silvana Raniolo (Vittoria, Sicilia), Tenuta Bastonaca, Etna Rosso doc 2014

Restituita Somma (Bacoli, Campania), La Sibilla, Vigna Madre doc Campi  Flegrei, Piedirosso 2013

Elena Bonelli (Serralunga d'Alba, Piemonte), Ettore Germano, Barolo docg Lazzarito Riserva 2011

José Rallo (Ragusa, Sicilia), Donnafugata, Ben Ryé Passito di Pantelleria doc 2015

Michela Marenco (Strevi, Piemonte), Marenco Vini, Passrì di Scrapona Strevi doc Moscato Passito 2013

LE DONNE E IL VINO IN ASIA - TAVOLA ROTONDA

Le Donne e il vino in Asia è lo spunto da cui parte la tavola rotonda organizzata dalle Donne del Vino lunedì 16 aprile 2018 alle 10 nel Padiglione 10 Piemonte, spazio concesso dalla Regione e dal Consorzio Piemonte Land. Chiamate a parlare tre grandi esperte da Cina, India e Giappone sulle strategie di marketing e di comunicazione più efficaci per chi vuole esportare vino in Asia. Sono Aline Bao (Cina), direttore della divisione gradi vini di COFCO, Madhulika Bhattacharya (India), portavoce de La Cave enoteca di vini di alta gamma a Nuova Deli e Yumi Tanabe (Giappone), responsabile del maggiore concorso enologico giapponese “Sakura” che ha una giuria interamente femminile. Intervengono Giorgio Ferrero, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, e Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Piemonte Land.

«Oltre la metà del vino, nel mondo, è acquistato dalle donne – spiegano Antonella D’Isanto ed Erika Ribaldi (Manager Asia Pacific Marchesi de’ Frescobaldi), entrambe in regia dell’incontro - L’Asia è l’avanguardia di un nuovo protagonismo femminile nel mercato enologico, in molti  Paesi statisticamente il consumo del vino è dominato dal genere femminile: in Giappone l’acquisto allo scaffale è per l’80% nelle mani delle donne; in Cina, Rabobank ha stimato che le donne consumino il 52% delle bottiglie di vino con un prezzo superiore ai 78 RMB, i Master of Wine in Asia sono donne». Per questo i produttori che vogliono vendere nei nuovi mercati asiatici «devono iniziare a “pensare in rosa” sia in termini di tipologie che di comunicazione perché le dinamiche dell’acquisto tra donna e uomo sono differenti e in Asia serve un linguaggio e un marketing che incentivi la voglia e il desiderio impulsivo del consumo femminile».

DONNE DEL VINO - PROGRAMMA DEGLI EVENTI DI VINITALY 2018

DOMENICA 15 APRILE

ore 13 Padiglione 6 Spazio Regione Friuli VG incontro con le Donne del Vino

ore 14,30  Fra i padiglioni 11 e 12 Repubblica Forum presentazione della Guida D-Wine de La Repubblica

ore 15 Sala Tulipano Palaexpo piano meno 1 Degustazione di vini da vigneti storici condotta da Ian D’Agata           

LUNEDÌ 16 APRILE

ore 10 Padiglione 10 Spazio della Regione Piemonte - Tavola rotonda Le donne e il vino in Asia

ore 12  PalaExpo Spazio della Regione Lombardia - Incontro con le Donne del Riso

ore 16 Padiglione 1, Spazio della Regione Emilia Romagna – SicurezzaAtavola: presentazione  dei programmi corsi di formazione. Valorizzazione della Metodologia Martinotti. Degustazione e incontro con le Donne dell’olio.

MERCOLEDÌ 18 APRILE

ore 10,30-12 Padiglione 12, sala convegni della Regione Abruzzo - Assemblea nazionale delle Donne del Vino

ore 19,30 Palazzo della Gran Guardia di Verona - Cena di fine Vinitaly a cura delle Donne del Vino e celebrazione del trentennale